Buongiorno e piacere di conoscervi, follower di The Ciabatte Pelose che immagino numerosissimi!

Sono Anna da Re e sono una fashion blogger. Di tipo un po’ diverso però, perché sono after fifty. Inteso proprio nel senso dell’età. Ho compiuto i 50 da un pezzo ma trovo che la vita continui ad essere meravigliosa (e ogni tanto insopportabile). E so che ci sono in giro molte signore giovani dentro come me.

Nel mio blog Chic After Fifty cerco e propongo tutto quello che c’è di bello e chic.

Per cui, che sollievo poter trovare un posto dove commentare tutto quello che c’è di brutto e di non chic!

Per farmi conoscere, ho messo questa foto con delle scarpe pelose. Eravamo in giro per la Vogue Fashion Night Out, una vera sòla, alle 9 di sera tutti i negozi del quadrilatero della moda erano chiusi (in parecchi stavano facendo le pulizie), ma per esempio era aperto Philippe Model. Nome che io mi ricordo da quando ero giovane, e che faceva delle belle scarpe. Poi chissà cosa gli è successo. Di tutto quello che aveva in negozio quella sera non avrei preso nulla, neanche se me lo avessero regalato. Vi dirò, fra tutte queste scarpe pelose non erano nemmeno le più brutte!

Volete sapere un’altra che non metterei mai? Tutte le scarpe dorate/argentate/glitterate. Avete presente quante ce ne sono? E come la gente se le mette a casaccio? Perché posso capire chi è eccentrico e sopra le righe, posso capire quelle signore così chic che riescono a mettere le scarpe d’argento con i pantaloni khaki ereditati, ma tutte le persone normali che fino alla stagione scorsa (o era due stagioni fa?) si mettevano le scarpe di colori normali, quelle non le capisco. Qualcuno gli deve avere detto che l’argento o l’oro aggiungevano un tocco glam… ingannevole è la parola più di ogni cosa!

Non è finita qua, ovviamente. Ma il resto ve lo racconterò nei prossimi pezzi!

Il lunedì sarà l’appuntamento con questo “neanche con una pistola alla tempia” versione fashion.

A presto!

Anna da Re, www.chicafterfifty.net, su Instagram e Twitter @soprabito

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *